I Cavalieri della Vita

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I Cavalieri della Vita

Messaggio Da Artemisia il Mer 03 Feb 2016, 10:59


"C'è un disegno che delinea il nostro destino, ma è tracciato a matita. Spesso alcuni tratti vengono cancellati e sostituiti da altri.
Chi può sapere quale forma assumeranno quei nuovi segni?
Percorrerne le linee è l'unico modo per scoprirlo... ma bisogna farlo con fede".
(Maria De Riggi)



"Il male conosce il bene, ma il bene non conosce il male".
(Franz Kafka)

Incipit:
IL RISVEGLIO

Si era svegliata sentendo tanto freddo, atterrita dalle tenebre che la circondavano.
Non riusciva a frenare il tremito delle labbra, gli occhi lacrimavano, le braccia si muovevano sulla nuda terra, le mani stringevano cumuli di foglie, le gambe inerti seguivano il corpo: strisciava come un verme.
Percepì qualcosa. Si fermò ad ascoltare. Era smarrita.
Cercò di pensare, ma era difficile. Nella sua mente persistevano solo immagini sbiadite.
Tentò di rilassarsi. L’angoscia le pervadeva il cuore.
«Chi c’è lì?» domandò.
«Chi c’è?» ripeté più forte.
Si accorse con sgomento che le labbra non si erano mosse di un millimetro.
Aveva formulato la domanda solo con la mente confusa.
Socchiuse gli occhi nell'oscurità che l’avvolgeva.
"Mio Dio! Che mi sta succedendo? Dove sono?" si chiese terrorizzata.
Affondando le dita nella terra, artigliandola con tutta la forza della paura e della disperazione, avanzò sentendo il terriccio riempirle le unghie.
«Qua, sono qua. Ho freddo, tanto freddo. Aiutatemi!»
Questa volta le parole sussurrate, le giunsero chiare.
Si rendeva conto che sarebbe dovuta andare via da lì, ma la voce, impregnata di panico, l’attirava come una calamita. Intravide una sagoma indistinta distesa a terra, che avanzava, strisciando, proprio come stava facendo lei. Si avvicinò fino a trovarsi di fronte un viso così pallido che sembrava rilucere nel buio. Due occhi, ricolmi di una profonda angoscia, la fissarono. Fu in quell'attimo che comprese che la pena di quella sconosciuta era anche la sua.
Era confusa. I suoi sensi erano più acuiti. Percepiva la realtà che la circondava in modo bizzarro. L’odore pungente delle piante sembrava entrarle dritto nel cervello.
Le mani erano doloranti. Fece un altro sforzo. Il suo viso si ritrovò a pochi centimetri da quello dell'altra ragazza. D’istinto l’abbracciò. Dopo pochi secondi, senza aver proferito alcuna parola, si addormentarono sfinite, l’una nelle braccia dell’altra. Come due naufraghi alla deriva, avevano trovato un’ancora di salvezza.

Il romanzo è disponibile su Amazon:
http://www.amazon.it/cavalieri-della-vita-Maria-Riggi-ebook/dp/B01AMCG428/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1454406902&sr=8-1&keywords=de+riggi+maria

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
avatar
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5375

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum