Recollection in Tranquillity

 :: Vetrina Autori :: Opere :: Laretta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Recollection in Tranquillity

Messaggio Da laretta il Lun 23 Set 2013, 21:04

RECOLLECTION IN TRANQUILLITY

Lilith accese il suo mp3 e lo collegò alle piccole casse sul suo comodino. Una canzone francese.
Seduta alla scrivania della sua stanzetta, attendeva un messaggio, che tardava ad arrivare.
Appoggiò il viso tra le mani, ripensando a quelle giornate che avrebbe tanto voluto rivivere. Provò quell'esperimento mentale e temporale che piaceva tanto ai romantici: la cosiddetta "recollection in tranquillity", la quale sembra un'espressione tradotta in maccheronico, ma che in realtà nasconde molto fascino dal punto di vista concettuale. E, appena lo fece, il cuore iniziò a batterle forte. Le riusciva bene, l'esperimento.
Lungofiume, giornata soleggiata al parco. Era primavera: ecco, Lucrezio molto probabilmente era in un'atmosfera del genere quando scrisse della sua Venere. Fiori, brezza, luce... sembrava un altro mondo, parallelo, senza preoccupazioni, problemi o dolori.
-Lilith! Ciao! Da quanto tempo!- . Un ragazzo moro si avvicinò, per salutarla e fare due chiacchiere. Eccolo qui, sbucato dal nulla , a sconvolgermi l'esistenza, pensava lei a posteriori.
-Ehi!Come stai?- .
Fu una lunga e piacevole conversazione. Lui le promise che le avrebbe scritto, per vedersi e prendere un caffè con calma.
Ma quando? Ed eccola lì,lei,che aspetta trepidante.
avatar
laretta
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 504
Età : 22

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: Vetrina Autori :: Opere :: Laretta

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum