Odio le presentazioni.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Odio le presentazioni.

Messaggio Da Tapiro Obeso il Gio 04 Apr 2013, 17:17

Odio le presentazioni.
E questa è già una presentazione, dopotutto - anzi, dice davvero un sacco Smile

Sono un twentysomething cinico e insensibile, irrimediabilmente impegnato in un corso di studi sCEntifico che ha deciso di non poter procrastinare oltre la sua ambizione di imparare a scrivere.

Grande sarebbe altrimenti il rischio di farmi prendere troppo la mano dalla carriera accademica/professionale e dimenticarmi che il mio destino scritto nelle stelle era diventare il prossimo Fitzger... no, ok, è troppo, Isaac Asim... no, Kurt Vonn... no, Larry Nive... no, Licia Trois... Roberto Giacobbo - eddai, Roberto Giacobbo, almeno, lasciatemelo.

Frequentando il forum spero dunque di scambiare idee, leggere i lavori degli altri e tutte quelle cose lì che, meglio note col nome collettivo di "confronto con gli altri", dovrebbero servire ad evitare un trip d'autogratificazione che poi sfocia nell'ennesimo Miki Monticelli.

Sono nel posto giusto?

Tapiro Obeso
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 49

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Sall il Gio 04 Apr 2013, 18:26

ahaha sì, direi di sì, benvenuto su I&P!

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
avatar
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5003
Località : Venezia

Vedi il profilo dell'utente http://www.inchiostroepatatine.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da granchio il Gio 04 Apr 2013, 18:30

non solo sei nel posto giusto, sei addirittura nel posto giusto. Benvenido (per dare un tocco più europeo e latino al messaggio)

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
avatar
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3003
Località : sardegna

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Artemisia il Gio 04 Apr 2013, 19:32

Tapiro Obeso ha scritto:
Sono nel posto giusto?

BOH! Vedi tu!

Scherzo! Razz
Benvenuto Tapiro Very Happy

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
avatar
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5375

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Tapiro Obeso il Gio 04 Apr 2013, 19:40

Grazie del caldo benvenuto!

Ora, voi che siete esperti (immagino in particolare i mod): avete dei consigli riguardo al metodo di lavoro per un principiante?

I principali errori del neofita dovrei saperli riconoscere a posteriori (show-don't-tell, incoerenze, infodump gratuiti, cambi di prospettiva/tempo/spazio ingiustificati), ma non necessariamente a evitarli.

Credo che il mio italiano sia accettabile e la prosa regga, dovrei saper esporre un discorso senza problemi, ma per sviluppare la fantasia e la tecnica narrativa?

Ad esempio, in questi giorni sto provando a costruire dei racconti senza pretese, sulla base di schemi di trama classici "riempiti" con situazioni (più o meno plausibili) del mondo quotidiano e vedere cosa riesco a sviluppare.

Ne esistono di migliori?
Potrei eventualmente postare sul forum i risultati per essere flagellato a dovere?

Grazie!

Tapiro Obeso
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 49

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Sall il Ven 05 Apr 2013, 10:47

Non credo esista un medoto universale. Ogni racconto, ogni romanzo è un banco di prova. Avvicinati al reale poi, nel momento giusto, distaccati e lasciati trasportare dalla fantasia.

Tapiro Obeso ha scritto:
Potrei eventualmente postare sul forum i risultati per essere flagellato a dovere?

Fallo! Very Happy

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
avatar
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5003
Località : Venezia

Vedi il profilo dell'utente http://www.inchiostroepatatine.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Artemisia il Ven 05 Apr 2013, 15:45

Tapiro Obeso ha scritto:Grazie del caldo benvenuto!
Ora, voi che siete esperti (immagino in particolare i mod): avete dei consigli riguardo al metodo di lavoro per un principiante?

Leggi, leggi e leggi, nient'altro! Wink

Tapiro Obeso ha scritto:
I principali errori del neofita dovrei saperli riconoscere a posteriori (show-don't-tell, incoerenze, infodump gratuiti, cambi di prospettiva/tempo/spazio ingiustificati), ma non necessariamente a evitarli.

Non sono d'accordo! Nella scrittura non ci dovrebbero essere regole, tranne quelle basilari della grammatica, ortografia ecc.
Se leggi i classici ti renderai conto che molte storie sono meravigliosamente "raccontate", che ci sono infodump, cambi di prospettiva ecc. eppure questi romanzi sono considerati dei capolavori.
La scrittura dovrebbe essere riconoscibile, avere una propria personalità, una certa originalità.
Negli ultimi tempi, invece, faccio sempre più fatica a riconoscere lo stile degli scrittori, stanno iniziando a scrivere tutti allo stesso modo. È un vero peccato!

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
avatar
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5375

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Tapiro Obeso il Sab 06 Apr 2013, 11:24

Artemisia ha scritto:
Tapiro Obeso ha scritto:Grazie del caldo benvenuto!
Ora, voi che siete esperti (immagino in particolare i mod): avete dei consigli riguardo al metodo di lavoro per un principiante?

Leggi, leggi e leggi, nient'altro! Wink

"Ho regalato a mio nipote un libro... Tuàilat, quello coi mostri fosforescenti... Così almeno legge!"
"Ma va?"
"Sì, è una buona idea: l'ho letto lurkando su un forum"

Very Happy


Non sono d'accordo! Nella scrittura non ci dovrebbero essere regole, tranne quelle basilari della grammatica, ortografia ecc.
Se leggi i classici ti renderai conto che molte storie sono meravigliosamente "raccontate", che ci sono infodump, cambi di prospettiva ecc. eppure questi romanzi sono considerati dei capolavori.
La scrittura dovrebbe essere riconoscibile, avere una propria personalità, una certa originalità.
Negli ultimi tempi, invece, faccio sempre più fatica a riconoscere lo stile degli scrittori, stanno iniziando a scrivere tutti allo stesso modo. È un vero peccato!

Sono d'accordo, neanche a me piace leggere uno stile pesantemente editato e conforme, pulito e laccato.
E' che prima di mettermi a scrivere come Joyce o fare dialoghi a monosillabi come Hemingway vorrei riuscire, facendo esercizio, a padroneggiare lo "stile scialbo", acquisire una certa pulizia e sicurezza - anche per poi invertire le regole in modo consapevole.

Se non è una buona idea fare questo tipo di esercizi, cosa consigli, a parte mettersi a spada tratta a scrivere il prossimo Guerra e Pace? Smile

Ciao!

Tapiro Obeso
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 49

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Artemisia il Sab 06 Apr 2013, 15:09

Tapiro Obeso ha scritto:

Sono d'accordo, neanche a me piace leggere uno stile pesantemente editato e conforme, pulito e laccato.
E' che prima di mettermi a scrivere come Joyce o fare dialoghi a monosillabi come Hemingway vorrei riuscire, facendo esercizio, a padroneggiare lo "stile scialbo", acquisire una certa pulizia e sicurezza - anche per poi invertire le regole in modo consapevole.

Se non è una buona idea fare questo tipo di esercizi, cosa consigli, a parte mettersi a spada tratta a scrivere il prossimo Guerra e Pace? Smile

Ciao!

Fai bene a esercitarti, solo così potrai capire qual è il tuo personalissimo stile.
Molto utili sono i concorsi letterari Smile

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
avatar
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5375

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Tapiro Obeso il Sab 06 Apr 2013, 19:34

Artemisia ha scritto:
Molto utili sono i concorsi letterari Smile

Eh, ma i concorsi letterari immagino siano per chi sa già scrivere qualcosa che non faccia sembrare essere divorati da un grizzly un'esperienza piacevole Smile

Anche se, giustamente, si potrebbe sempre usarli per costringersi a concludere un'opera anche se consapevoli che fa schifo Razz

Dove posso trovare informazioni a riguardo?

Che tu sappia sono diffusi i concorsi "a soggetto", che impongano regole precise?
Se sì, è tutto esercizio, credo.

Grazie!

Tapiro Obeso
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 49

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da caspiterina il Dom 07 Apr 2013, 18:03

Beh, ci sono i concorsi a tema, con regole precise sì. E' a questo che ti riferisci?

Per me, per imparere a scrivere narrativa (se non sei nato già capace) bisogna leggere molto e scrivere molto. Prova a leggere almenouna pagina di uno scrittore mediamente capace: capirai subito che è la scrittura di un libro pubblicato (per scelta di parole, sintasse, lunghezza delle frasi ecc). Se invece leggi uno esordienti senti subito che "manca" qualcosa.
Più che altro, per me, la differenza tra dilettante e professionista sta la scelta delle parole.
Very Happy

_________________
Que não seja imortal, posto que é chama. Mas que seja infinito enquanto dure.
Vinicius de Moraes
avatar
caspiterina
Admin
Admin

Messaggi : 4537

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Aspide il Lun 08 Apr 2013, 18:35

Si capisce da tante cose. Il lavoro che ho fatto con Franco mi ha aiutato a diventare un buon lettore. Il dilettante si crogiola con le parole (quante volte l'ho fatto!!!). Il professionista viene subito al sodo. Il dilettante parte subito con descrizioni inutili. IL professionista non ne ha bisogno. Il dilettante si illude di essere Manzoni. Il professionista ti racconta una storia scratch
Si potrebbe andare avanti così in eterno.
A proposito: io sono una dilettante!
avatar
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Tapiro Obeso il Dom 21 Apr 2013, 09:28

Ehi, chi è Franco? Smile
Comunque: nel caso fregasse a qualcuno, mi scuso per la mia scomparsa subito dopo essermi presentato, ma mi è capitata una catastrofe lavorativa tra capo e collo che sto ancora sbrigliando Neutral
A presto!

Tapiro Obeso
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 49

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Odio le presentazioni.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum