suggestione n°2:Parigi

 :: Vetrina Autori :: Opere :: Laretta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

suggestione n°2:Parigi

Messaggio Da laretta il Ven 01 Mar 2013, 20:49

Aprì gli occhi, e la penombra, delicatamente, investì la stanza. La pioggia scrosciava là fuori, lasciando sui vetri tante lacrimuccie, e le nubi, grigie e barocche, ammassate una sopra l' altra, ombreggiavano tutta la città.
Laura respirò profondamente:l’aria era più fresca con la pioggia. Le sembrava di rinascere, ogni volta che pioveva. Sorrise.
Alzandosi, vide un post-it sul comodino. Lo lesse, e il sorriso scomparve dal suo viso: “Vengo a prendere e mie cose domani pomeriggio,mentre sei al lavoro. Michael”.
E,in un momento, tutti gli avvenimenti delle giornate precedenti, che si erano succeduti con un’inaudita velocità, le caddero pesantemente sulle spalle. Sentì il cuore pesante al ricordo della notte precedente. Era uscita con Michael per risolvere un violento litigio interrotto da una chiamata dal suo capo (lui era dovuto correre al lavoro e la discussione si era fermata). Quella sera,lei si aspettava qualcosa che non avrebbe ottenuto;anzi: Michael non era disposto a continuare con la loro storia; Laura invece lo voleva ardentemente. Proprio quando aveva capito che avrebbe potuto perdonare qualunque difetto di lui, qualunque contraddizione, ecco, lui no . Lui non era disposto a questo: non la amava più,evidentemente.
Laura guardò fuori dalla finestra. Era il suo giorno libero,e decise di dedicarsi interamente a sé. Si vestì bene, si truccò, anche se non doveva uscire. Aprì la porta finestra della sua stanza, affacciandosi al balconcino. Poteva vedere tutta la città, resa lucida dalla pioggia. Tutti i ponti, tutti i tetti, ogni cosa si rifletteva nelle acque delle strade e del grande fiume che divideva in due la città.
Laura accese una sigaretta, e contemplò quel panorama. Respirando di nuovo l’aria fresca e rigenerante di quel giorno, provò una sensazione strana: era serena. Quella mattina, le incombenze della vita rimasero chiuse nella sua stanza,e lei riuscì a godersi al meglio quel sublime momento di contemplazione della città più bella del mondo: Parigi.
avatar
laretta
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 504
Età : 22

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: suggestione n°2:Parigi

Messaggio Da nick mano fredda il Mar 05 Mar 2013, 23:46

devo essere in vena di musica in questo periodo... oh oui
Wink

avatar
nick mano fredda
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 990
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: suggestione n°2:Parigi

Messaggio Da Aspide il Mer 06 Mar 2013, 17:28

Sì, ho notato.
Era la musica originale del film?
avatar
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: suggestione n°2:Parigi

Messaggio Da nick mano fredda il Mer 06 Mar 2013, 23:08

Sì, anche se non so se è di Gato Barbieri o lui interveniva solo col sax. Di sicuro la cosa migliore è il suo intervento col sax.
Very Happy
avatar
nick mano fredda
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 990
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: suggestione n°2:Parigi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: Vetrina Autori :: Opere :: Laretta

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum