Poesia erotica di AKIKO YOSA NO

 :: Vetrina Autori :: Opere :: Atacama

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Poesia erotica di AKIKO YOSA NO

Messaggio Da Atacama il Dom 17 Giu 2012, 11:09



Il giapponismo letterario, che l’esperienza della rivista “Diana” valorizzava nel primo Novecento, assunse un’importanza fondamentale in quello che fu definito punto di snodo della poesia modernista italiana che trovò a Napoli il crocevia più frequentato e il momento di punta del suo rinnovamento formale, e può essere ricondotto all’urgenza di rintracciare le fonti di una autenticità espressiva ed esistenziale. Napoli è stata, infatti, una delle prime città europee a divulgare la poesia giapponese in Occidente attuando, nei primi anni del Novecento, un legame ininterrotto con le seduzioni dell’arte orientale. Nell’ambito stesso della poesia giapponese, si era registrata una significativa spinta all’occidentalizzazione della scrittura poetica ad opera di diversi autori che introdussero l’uso delle strofe e di altre tecniche letterarie occidentali fino ad allora sconosciute in Giappone, e ciò fece sì che sorgesse una reazione in favore del vecchio stile, reazione che si raccolse intorno alle figure dei coniugi Yosano, Tekkan (1873-1953) e sua moglie Akiko (1878-1942). Nel 1916 Harukici Shimoi, fervendo a Napoli in pieno l’avanguardismo postvociano della “Diana”, rivelò su questa rivista, a un gruppo di giovani studiosi, i cristallini incanti della nuova poesia giapponese. Con Shimoi, il poeta Elpidio Jenco (Capodrise 1892- Viareggio 1959), tradusse Tsuchii Bansui e soprattutto A.Yosano di cui ne apprezzava la grazia femminile e il fresco alito innovatore. La poetessa si proponeva di conseguire effetti sublimi con una semplicità quasi rudimentale di mezzi restituendo al lirismo quella forza immediata di emozione: l’attimo solo, il puro momento essenziale saputo cogliere e tradurre in un sintetismo nudo e commosso di parole indispensabili. L’importanza di A.Y. per la poesia erotica giapponese, anticipando il movimento di emancipazione femminile e di libertà sessuale, è fondamentale. La sua raccolta Midaregami (Capelli arruffati, 1901) contiene i più appassionati e sensuali tanka del Novecento.

Spingendo dolcemente
ho schiuso quella porta
che chiamiamo mistero.
Mammelle turgide
strette nelle mani.

Opponendosi alle convenzioni della tradizione, la poesia di Akiko Yosano canta con singolare sensibilità l’istanza della donna giapponese, contro il moralismo religioso e la repressione sessuale.



Senza parlar del come,
senza pensare al poi,
senza chiederci fama o nome,
qui, amando l’amore,
tu e io ci guardiamo.

I suoi componimenti furono considerati di una sensualità invereconda e sorprendente.


Stringi il mio seno,
apri il velo del mistero.
Un fiore vi sboccia,
cremisi e fragrante.





Se qui adesso
ripenso al percorso
della mia passione,
somigliavo a un cieco
senza paura del buio.





Ho sentito, non so perché,
che tu mi aspettavi
e sono uscita. Nella notte
improvvisa spuntò la luna
sui campi in fiore.

Fino ai primi anni del 1900, la situazione della donna in Giappone rimase invariata. Il sostanziale fallimento dei primi impulsi femministi è da mettere in relazione prima di tutto al fatto che non vi furono contatti tra le donne entrate in politica e le comuni lavoratrici ( e questo problema, come è noto, si è storicamente verificato in quasi tutte le società che sono state scenario di lotte per i diritti civili).
Nella storia della letteratura giapponese, la produzione letteraria femminile occupa un posto predominante: i primi grandi romanzi in lingua giapponese, infatti, furono scritti dalle dame di corte e vennero presi a modello da tutti i letterati dei secoli a venire. La loro comparsa diede l’avvio a un vero stile femminile codificato, che pose le basi alla cosiddetta “narrativa dell’Io”.
Secondo una frase di Akiko Yosano, il riemergere della donna giapponese nel ventesimo secolo, poteva essere raffigurato come il risveglio di un vulcano addormentato: il potenziale espressivo della donna, a lungo messo a tacere dalle restrizioni sociali, si preparava ad esplodere in tutta la sua veemenza. Le poesia di Akiko si resero immediatamente note per la loro audacia e anticonvenzionalità, che le resero anche fonte di scandalo. I tanka di Midaregami sono caratterizzati da una vivace sensualità considerata piuttosto esplicita secondo i canoni dell’epoca.



Senza chiederci
se sia giusto o sbagliato
se la vita futura
se la fama…Tu e io
ci amiamo ci guardiamo







Atacama
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 469

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Poesia erotica di AKIKO YOSA NO

Messaggio Da nick mano fredda il Mar 19 Giu 2012, 20:55

plissettature
di gonna oppure sotto
quelle di donna


haiku erotico di
nikio maino fred ha
Very Happy


(tanka molto belli comunque, "ho sentito non so perché" è meraviglioso)
avatar
nick mano fredda
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 990
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Poesia erotica di AKIKO YOSA NO

Messaggio Da Atacama il Mer 20 Giu 2012, 22:22

plissettature
di gonna oppure sotto
quelle di donna

haiku erotico di
nikio maino fred ha


Vedo che anche il nostro tempo rivolge uno sguardo particolare

all' haiku (erotico). Bene, bene.




Atacama
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 469

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Poesia erotica di AKIKO YOSA NO

Messaggio Da laretta il Gio 28 Feb 2013, 17:56

Senza parlar del come,
senza pensare al poi,
senza chiederci fama o nome,
qui, amando l’amore,
tu e io ci guardiamo.


questo mi piace!! magari i rapporti sentimentali fossero tutti così, invece di adattarsi all'ordinario e scadere nella banalità!!! Very Happy
avatar
laretta
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 504
Età : 22

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Poesia erotica di AKIKO YOSA NO

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 :: Vetrina Autori :: Opere :: Atacama

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum